WATSU IN GRAVIDANZA

Watsu in gravidanza, ecco i benefici segreti del relax in acqua.

Il watsu in gravidanza è un trattamento ad hoc per la donna in attesa.

Il termine deriva dalla fusione di “water” e “shiatsu” e sta a indicare una particolare tecnica di massaggio che al potere rilassante dell’immersione in acqua calda unisce i benefici della digitopressione esercitata secondo i principi dello shiatsu da un operatore specializzato, detto watsuer.

È proprio l’acqua l’elemento caratterizzante del trattamento: a differenza di altre tecniche, incentrate esclusivamente sulla manualità dell’operatore, con il watsu si potrebbe dire che il principale “operatore” è l’acqua, che culla, fa galleggiare e permette di abbandonarsi, anche se si è costantemente sotto la guida del watsuer.Farsi cullare nell’acqua, provare una piacevole sensazione di abbandono e di relax, immedesimarsi più che mai nell’esperienza che sta vivendo il bambino che si porta in grembo, mentre l’operatore esegue movimenti e digitopressioni che sciolgono le tensioni e regalano un profondo benessere: è il watsu in gravidanza

 

 

Per sciogliere le tensioni

Stasi energetiche possono verificarsi in qualunque momento della vita, a causa di vari eventi che possono “bloccarci”.

La gravidanza può essere uno di questi:alle quasi inevitabili ansie e senso di incertezza tipiche di questo periodo (che di per sé provocano tensioni a livello fisico), si aggiungono le modificazioni che il corpo subisce e che possono causare dolori muscolari e articolari, soprattutto a livello della colonna vertebrale, che più di tutte deve sostenere il peso crescente del pancione. Attraverso digitopressioni mirate, il watsuer libera da tali blocchi, scioglie le tensioni, restituendo alla donna un senso di benessere a livello sia fisico sia emotivo.

 

I benefici dall’acqua

Il fatto che il trattamento venga eseguito in piscina, poi, è particolarmente vantaggioso per la futura mamma.

Vediamo perché:

-l’immersione in acqua consente movimenti che fuori non si riuscirebbero a compiere e regala una piacevolissima sensazione di leggerezza. Si allevia infatti il peso del pancione e si riduce il senso di stanchezza agli arti inferiori. Si possono inoltre compiere esercizi con maggiore agilità e scioltezza

 

-si può stare comodamente sdraiate pur non essendo appoggiate a una superficie rigida e si possono ricevere trattamenti nella parte posteriore del corpo senza essere costrette a mettersi a pancia in giù, una posizione impossibile durante l’attesa.

 

-stare totalmente immerse in acqua, infine, offre la possibilità di isolarsi dal mondo esterno e concentrarsi solo sulle sensazioni che provengono dall’interno. Un altro dei benefici del watsu in gravidanza è infatti quello di favorire il contatto e la comunicazione col bambino già nel corso dei nove mesi. Fluttuare nell’ambiente caldo e ovattato dell’acqua, coccolata e protetta dal watsuer, consente alla futura mamma di immedesimarsi più che mai nell’esperienza che sta vivendo il suo bebè, che si culla nel liquido amniotico, avvolto e protetto dal grembo materno e instaurare da subito quello stretto legame mamma-bambino che si svilupperà dopo la nascita.

 

Più serena in vista del parto

Il parto è un evento naturale, che in qualche modo sfugge al proprio controllo e l’idea di non poterlo gestire spesso mette in ansia la futura mamma. Grazie al watsu, la donna impara ad affidarsi e a non avere paura, a lasciarsi andare e a fare quello che le viene spontaneo. Fra l’altro non di rado le donne, dopo aver provato la piacevole sensazione di abbandono e di rilassamento offerta dall’acqua, vanno in cerca di una struttura dove viene offerto il parto in acqua.

 

Un trattamento di quasi quaranta minuti

Il watsu viene effettuato in unapiscina con acqua alla temperatura di circa 35 gradi. Per favorire il galleggiamento, alcuni watsuer applicano galleggianti alle caviglie, all’altezza delle ginocchia o attorno alla vita della donna. All’inizio del trattamento, l’operatore sorregge la testa e il bacino della futura mamma e la culla dolcemente per farle prendere confidenza con l’acqua. Man mano che la donna si rilassa e si affida, l’operatore comincia a effettuare stiramenti che mobilizzano le articolazioni bloccate e allungano i muscoli, dando sollievo alla colonna. Esegue poi rotazioni e digitopressioni sui meridiani energetici che apportano sempre più rilassamento e riequilibrio energetico.

Terminato il trattamento, con dolcezza, l’operatore riporta in piedi la donna (la profondità della piscina è di poco più di un metro) e l’appoggia al bordo della vasca, dove gradualmente riapre gli occhi e “torna alla realtà”.

 

 

 

Una pratica adatta a tutte

Il watsu è un trattamento molto dolce e delicato e per questo particolarmente indicato per la futura mamma,dalle prime alle ultime settimane di gravidanza. Controindicazioni non ce ne sono (a meno che ovviamente non vi siano minacce d’aborto o di parto prematuro), ma prima di praticarlo è sempre meglio consultarsi con il proprio ginecologo.

 

WATSU LOMBARDIA

SIMONE ALBINI

 

Il tuo punto di riferimento per il benessere in acqua calda con il Watsu.

© Copyright Simone Albini

METTITI IN CONTATTO

 

Simone Albini Practitioner di Watsu®

Cremona- Brescia, Lombardia, ITALIA

Email: info@watsulombardia.it

Telefono: (+39) 338 673 2008